I LUOGHI E LE PROFESSIONI CHE PREDISPONGONO AL TRADIMENTO

Stando al sondaggio commissionato dal sito inglese IllicitEncounters, ci sono delle professioni specifiche e delle situazioni particolari in cui diventa difficile cedere alla tentazione di una scappatella anche per i partner particolarmente fedeli.

Dei mille utenti iscritti al sito è risultato che una persona su tre ha incontrato il suo potenziale partner con cui tradire in palestra.

Al secondo posto, gli eventi sociali legati al lavoro sono stati lo scenario colpevole del tradimento per il 26% degli intervistati che ha dichiarato di aver fatto conoscenze interessanti diventate soggetti con cui trasgredire alla regola della fedeltà di coppia.

Il sondaggio ha anche fatto emergere che i flirt nati proprio durante le feste di ufficio sono quelli durati più tempo rispetto alle relazioni iniziati tra un tapis roulant e un sollevamento pesi, solitamente più brevi.

Nella classifica dei luoghi in cui diventa più facile tradire  rientrano anche quelli virtuali riconducibili ai social media: il 17% degli utenti ha dichiarato, infatti, di aver incontrato un partner online, sia attraverso app di appuntamenti o siti di dating online per incontri, sia grazie a Facebook e Instagram utilizzati anche per ritrovare ex, vecchie fiamme e amici perduti.

Secondo un altro sito, Ashley Madison, anche le posizioni lavorative possono essere veicolo di maggiore o minore predisposizione all’infedeltà: le donne medico o infermiere sono le più traditrici, mentre per il sesso maschile vince la categoria dei commerciali.

POSSIBILI CAUSE DEL TRADIMENTO

Per amore o per quel che ne costituisce l’essenza – raccontare, informare, dichiarare, commentare, opinare, distrarre, ascoltare, ridere e progettare invano – si tradiscono gli altri, amici, genitori, fratelli, consaguinei e non, antichi amori e convinzioni, antiche amanti, il proprio passato e la propria infanzia, la propri lingua che si smette di parlare e certamente la patria, quel tanto che c’è in ogni individuo di segreto o forse di passato. Per lusingare chi si ama si denigra quanto altro c’è al mondo, si nega e si disprezza tutto per contentare e rassicurare un unica persona che potrebbe andare via. Javier Marias, Un cuore così bianco

Il tradimento è la causa che mette maggiormente in pericolo la stabilità della coppia e ciò è avvertito in particolare per le donne.

A sua volta, quali sono le possibili cause del tradimento ? Esse sono varie e molteplici e qualsiasi semplificazione non tiene conto delle singole situazioni e degli individui coinvolti. Inoltre ogni tradimento non origina da una unica causa, ma dietro quella che si ritiene sia stata determinate, se ne nascondono tante altre. Per ragioni esplicative tenterò, comunque, di riassumerne le principali. Esse sono:

Cause inerenti la ricerca di ciò che manca:

  • Mancanza di attenzione
  • Mancanza di affinità elettive
  • Carenza affettiva
  • Insoddisfazione sessuale

Cause inerenti aspetti narcisistici

  • Dimostrazione della propria virilità (negli uomini)
  • Dimostrazione della propria capacità di seduzione
  • Crisi di mezza età
  • Desiderio sessuale
  • Desiderio di avventura e di trasgressione
  • Timore di una eccessiva intimità

Fine della progettualità di coppia

Passione improvvisa per un’altra persona

Tentativo di rottura della relazione

Non voler più essere un genitore sostitutivo

Evasione dal grigiore quotidiano e di coppia

Reazione di vendetta al tradimento dell’altro

All’intermo del Blog sul tradimento è stato posto il quesito: Perchè si tradisce ? I risultati ottenuti dal sondaggio (circa 200 riposte totali ed è ammessa la risposta multipla) sono i seguenti:

Apatia, noia nella coppia   48 (24%)
Carenze affettive   67 (34%)
Insoddisfazione sessuale   55 (27%)
Desiderio del nuovo, dell’avventura, di trasgredire   73 (37%)
Desiderio di dimostrare la propria virilità negli uomini e Desiderio di sedurre nelle donne   34 (17%)
Desiderio sessuale   38 (19%)
Richiamare l’attenzione del partner   17 (8%)
Timore di un eccessiva intimità   1 (0%)
Crisi di mezz’età   16 (8%)
Passione improvvisa   45 (22%)
Tentativo di rottura della relazione   15 (7%)
Reazione di vendetta al tradimento dell’altro   26 (13%)
Fine della progettualità di coppia   29 (14%)
Non voler essere più complementare all’altro   13 (6%)

Inoltre è stata posta la domanda: Hai tradito ? I risultati ottenuti dal sondaggio (è ammessa una sola risposta) denotano che ben il 60% dichiara di aver tradito. Di seguito nel dettaglio i risultati:

Mai   89 (40%)
Una sola volta   40 (18%)
Più di una volta   68 (30%)
Spesso   17 (7%)
Sempre

Dott. Roberto Cavaliere Psicologo, Psicoterapeuta

Studio in Milano, Roma, Napoli e Vietri sul Mare (Sa)

per contatti e consulenze private (anche telefoniche e/o via Skype) tel.320-8573502 email:cavaliere@iltuopsicologo.it